02 56567130 info@dadonet.it

      L’acronimo BYOD sintetizza il concetto di Bring Your Own Device (Porta/Usa Il Tuo Dispositivo) ed è impiegato in riferimento alle procedure che permettono o incentivano l’uso di dispositivi mobili personali (laptop, telefoni cellulari, tablet e altri terminali mobili) per l’accesso ai sistemi, dati software scolastici.

      A causa delle diverse necessità derivanti dai differenti livelli di istruzione, è necessario separare le scuole in due differenti aree; da una parte le scuole dalle primarie alle superiori e dall’altra le università.

      Dalle primarie alle superiori

      Identifichiamo due distinte tipologie di utenti: studenti e docenti/personale ATA.

      Gli studenti avranno bisogno dell’accesso ad internet, opportunamente controllato e guidato, e della possibilità di accedere all’ambiente virtuale di insegnamento (per esempio programmi come Acer Classroom Manager o similari) o comunque di accedere a lezioni ed attività in formato web.

      Se la scuola permette agli studenti l’uso del proprio dispositivo personale, dovrà fornirgli una connettività wireless adeguata, fruibile attraverso una autenticazione puntuale che permetta di filtrare la navigazione applicando le regole ed i filtri allo stesso modo come se lo studente si stesse collegando alla rete con un normale pc desktop della scuola. Nel caso la scuola utilizzi degli ambienti virtuali per la didattica, nel caso del BYOD dovrà prevedere la possibilità di accedere a delle macchine virtuali che permettano l’accesso desiderato.

      I docenti che volessero utilizzare il proprio dispositivo devono accettare delle limitazioni nelle possibilità di utilizzo dello stesso. Potrà essere utilizzata una “sandbox” (vocabolo che generalmente identifica il recinto di sabbia in cui giocano al sicuro i bambini ma che in termine informatico identifica un ambiente all’interno di un dispositivo separato logicamente dal resto del sistema e su cui possono essere impostate particolari regole o limitazioni) che permetta di accedere ai sistemi scolastici non mettendo a repentaglio la loro sicurezza.

      Queste soluzioni valgono per l’utilizzo di smartphones e tablets. Nel caso in cui la scuola permetta l’utilizzo dei laptop personali, ci si deve assicurare che le politiche di sicurezza dell’organizzazione possano essere impostate sui dispositivi prima che questi vengano connessi alla rete locale, anche solo per permettere la navigazione internet. I docenti hanno accesso ai dati sensibili della scuola. Una scuola che non consideri seriamente la riservatezza dei dati degli studenti, potrebbe compromettere il proprio buon nome agli occhi dei genitori.

      Università

      Gli utenti delle Università sono utenti maturi che pretendono di poter liberamente usare i propri dispositivi senza eccessive limitazioni e hanno una maggiore necessità di qualità di navigazione e di scaricare grandi mole di dati.

      Le strutture universitarie tendono ad essere molto più grandi delle scuole superiori con un numero di utenti che può arrivare anche a decine di migliaia e con un corpo docente e di ricercatori oltremodo numeroso.

      Anche in questo caso agli studenti è necessario garantire un’adeguata accessibilità ad internet nel rispetto delle politiche di sicurezza della rete scolastica.

      Il corpo docente ed i ricercatori, invece, utilizzeranno una grande varietà di apparati diversi ed in continua evoluzione. In questo caso sarà più facile cercare di tenere sotto controllo l’accesso alle aree ritenute riservate della rete, che non riuscire a gestire tutti i differenti dispositivi che verranno utilizzati. E’ possibile, cioè, permettere l’accesso a questi dati dai BYOD in modo criptato e controllato.

      E’ comunque necessario mantenere un controllo sui dispositivi che accedono alla rete scolastica per assicurarsi che la loro sicurezza non sia stata compromessa e possa inficiare il funzionamento della rete stessa.

      Dadonet ha maturato la necessaria esperienza per supportare le scuole nella scelta delle soluzioni più adeguate per riuscire a perseguire il BYOD in modo sicuro, gestibile ed efficace.

      × Come posso aiutarti?