I malware password stealer mettono a dura prova la sicurezza internet delle reti aziendali e dei sistemi di protezione dati.
Sono questi gli esiti che vengono rivelati dall’analisi dei dati raccolti dai ricercatori della società leader in cybersecurity Kasperski nel primo semestre di quest’anno.

Sono infatti poco meno di un milione gli utenti in tutto il mondo che sono stati vittime dei Password Stealing Ware – PSW, i malware in grado di penetrare nei browser e capaci di realizzare attacchi di cyber crime finalizzati alla cattura di password, dati personali, account, cookies, numeri di conto corrente, e carte di credito utilizzate per acquisti online.

malware psw

La grande diffusione dei password stealer soprattutto in Europa, Asia, Stati Uniti e Brasile, è dovuta al crescente numero di persone che ogni giorno utilizza inernet per lavorare e per svolgere normali attività quotidiane, e quindi a un sempre crescente numero di dati che vengono trasmessi senza badare alla sicurezza dei siti internet, delle reti informatiche e delle connessioni.

Le modalità con cui è necessario prevenire l’attacco dei cyber criminali tramite i malware password stealer, richiedono interventi di natura tecnologica e comportamentale da parte degli utenti quando sono online, soprattutto per motivi di lavoro o durante le attività di acquisto.

È pertanto fondamentale dotare le reti aziendali di appositi firewall e le postazioni di lavoro di software di memorizzazione delle credenziali sicuri e di monitoraggio malware aggiornati; gli utenti invece devono essere resi consapevoli della necessità di mantenere segrete e periodicamente aggiornate le proprie password nonchè di segnalare i siti sospetti al proprio sys admin aziendale.

Per ulteriori informazioni non esitare a contattare i nostri tecnici!