02 56567130 info@dadonet.it

Nel 2023 la cybersecurity continuerà a essere fondamentale per i fornitori di tecnologia, i provider di servizi gestiti e le aziende di tutte le dimensioni.

Secondo CompTIA, i problemi più sentiti dai leader aziendali e tecnologici sono il numero crescente di criminali informatici, la creazione di fiducia, le preoccupazioni per la privacy e la varietà e la portata degli attacchi. Ma in molti casi il futuro delle aziende dipende dalla loro capacità di salvaguardare le informazioni. La chiave per diventare più resilienti dal punto di vista informatico non è garantire magicamente che non si subisca mai un attacco, ma è essere preparati a rimettere in piedi l’azienda il prima possibile se si verifica un disastro.

Gestire le aspettative dei clienti

Gli MSP (Managed Service Provider) che non riescono a gestire correttamente le aspettative dei clienti in merito alla disponibilità e ai limiti delle soluzioni di cybersecurity finiranno per essere incolpati per i fallimenti della sicurezza, indipendentemente dalla reale responsabilità. Gli MSP nel 2023 devono migliorare le loro procedure di vendita e di contrattazione per garantire che i clienti comprendano quali servizi di cybersecurity stanno acquistando (o non acquistando) e i limiti di tali servizi.

Più donne saranno rappresentate nella cybersecurity

Promuovendo la diversità nella cybersecurity, si può ottenere una forza lavoro più forte ed efficace che possa migliorare le misure in materia di sicurezza.

Negli ultimi anni si è assistito a una spinta per aumentare la rappresentanza femminile nel settore della sicurezza informatica e si prevede che questa tendenza continuerà nel 2023. La diversità è fondamentale in qualsiasi settore e le donne apportano prospettive e competenze uniche nel campo della cybersecurity. Le ricerche hanno dimostrato che le donne tendono a essere più avverse al rischio e a possedere una forte capacità di risolvere i problemi.

L’adozione di Zero Trust a favore della cybersecurity

Nel 2023, l’adozione di zero trust sarà più diffusa. Con la normalizzazione della forza lavoro remota, la sicurezza non è mai stata così importante. Con lo smart working infatti vengono introdotte più vulnerabilità e la sicurezza delle reti aziendali ne risente. Pertanto, è sempre più necessario che gli utenti, all’interno e all’esterno della rete, siano autenticati, autorizzati e continuamente convalidati prima di ottenere l’accesso. La convalida continua, insieme all’implementazione di altri framework e principi, consentirà agli esperti di sicurezza di limitare il raggio d’azione. È necessario concentrarsi maggiormente su metodi di protezione proattivi anziché reattivi.

Per essere aggiornato in materia di sicurezza puoi seguire i corsi CompTIA. Contattaci per saperne di più.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra mailing list per rimanere sempre aggiornato sulle nostre proposte di corsi, offerte e nuove certificazioni.

Grazie per esserti iscritto!